Flat Tax

flat tax lavoratori autonomi e imprese

Flax Tax per Partite Iva e imprese

Flat tax significa letteralmente “tassa piatta” ed è un sistema fiscale non progressivo, con una sola aliquota. L’idea originaria è del premio Nobel Milton Friedman e risale al 1956. Ma il primo, vero modello teorico fu elaborato nell’81 da due economisti statunitensi: Alvin Rabushka e Robert Hall. L’idea di aliquota fiscale unica, di solito assai bassa (attualmente si va dal 12 per cento della Serbia al 26 della Lettonia, dal 16 di Hong Kong al 13 della Russia) e per questo capace di stimolare l’economia, ha conquistato finora circa 40 stati, che l’hanno adottata soprattutto a partire dai primi anni Novanta. In gran parte si tratta di paesi già appartenenti al blocco sovietico (Russia, Ucraina, Estonia, Lituania, Slovacchia, Romania, Albania, Bulgaria, Polonia, Ungheria, Kirgizistan, Repubblica Ceca), i cui rudimentali sistemi fiscali sono passati con facilità dallo statalismo comunista a un modello tributario così semplice. Nel 2004 la Polonia abbandonò un sistema progressivo con 3 aliquote e adottò una flat tax al 19 per cento. L’Associazione italiana delle Partite Iva è convinta che una flax tax per lavoratori autonomi e imprese sia in grado di stimolare l’economia e di ridare concorrenzialità alle aziende italiane.

Aiutiamo liberi professionisti, Partite Iva e PMI con servizi dedicati.

Vuoi diventare ParteAttiva dell’Associazione italiana Partite Iva?