Bando al via (Regione Lombardia)

Approvata in Giunta regionale la nuova misura “Al Via”:

Agevolazioni

Lombarde per la

Valorizzazione degli

Investimenti

Aziendali

che offre un mix di finanziamenti agevolati, garanzia gratuita a carico di Regione Lombardia e contributi a fondo perduto a sostegno degli investimenti.

Le risorse stanziate sono quasi 300 milioni:

  • 75 milioni di euro da fondi europei Por Fesr 2014-20;
  • 220 milioni, di cui 110 milioni da Finlombarda (risorse Bei, Banca europea di investimento) e 110 milioni da intermediari finanziari convenzionati.

Finalità del Bando

Sostenere gli investimenti strategici come l’acquisto di macchinari e immobili o per interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive con l’obiettivo di rilanciare in modo sussidiario il sistema produttivo ed accrescere la competitività delle imprese Lombarde.

A chi è rivolto

Possono richiedere l’accesso al finanziamento AL VIA, le PMI che presentano le seguenti caratteristiche:

 essere iscritte al Registro delle imprese;

 avere sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione;

 essere operative da almeno 24 mesi.

Nell’ambito dei settori ammessi il dispositivo attuativo potrà prevedere ulteriori delimitazioni.

Spese ammissibili

La misura prevede sue linee di intervento.

  1. Linea di sviluppo aziendale:

è dedicata agli investimenti per piani di sviluppo aziendale (spese per acquisto macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive; opere murarie, opere di bonifica, impiantistica)

  1. Linea di rilancio aree produttive

per interventi finalizzati alla riqualificazione e/o riconversione di aree produttive, ivi compreso l’acquisto di immobili.

Tipologie di intervento

Sono previste tre tipologie di intervento:

  1. Finanziamento;
  2. Garanzia;
  3. Contributo in conto capitale a fondo perduto.

FINANZIAMENTO

L’importo previsto è tra un minimo di Euro 50.000,00 e un massimo di Euro 2.850.000,00 con un tasso di interesse pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda e dagli intermediari convenzionati e di durata compresa tra 3

e 6 anni. La modalità di erogazione prevede la possibilità di anticipazione dal 20% fino al 70%

del finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto.

GARANZIA

la garanzia regionale coprirà a prima richiesta fino al 70% dell’importo di ogni singolo finanziamento.

CONTRIBUTO IN CONTO CAPITALE A FONDO PERDUTO

 Linea sviluppo aziendale:

fino al 10% delle spese ammissibili,

fino al 15% nel caso di spese per programmi di riconversione “Area Expo” – Investimenti incentivanti in modelli di Manifattura 4.0 – capacità aggregativa – certificazione ambientale.

 Linea rilancio aree produttive:

fino al 15% delle spese ammissibili (compresa Area Expo).

Spese ammissibili

Linea sviluppo aziendale

  1. a) macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive
  2. b) sistemi gestionali integrati (software & hardware)
  3. c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione
  4. d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati

Le voci di cui alla lettera d) non potranno superare complessivamente il 20% delle spese ammissibili. Sulla linea sviluppo aziendale sono ammissibili spese fino ad un massimo di 3 milioni di euro per impresa.

Linea rilancio aree produttive

  1. a) macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive
  2. b) sistemi gestionali integrati (software & hardware)
  3. c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione
  4. d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati
  5. e) proprietà/diritto di superficie in relazione ad immobili destinati all’esercizio dell’impresa

Le voci di cui alle lettere d) ed e) non potranno superare complessivamente il 50% delle spese ammissibili.

Sulla linea rilancio aree produttive sono ammissibili spese fino ad un massimo di 6 milioni di euro per impresa con un massimale di 3 milioni di euro per le voci di spesa a), b) e c) e 3 milioni di euro per le spese di cui alle lettere d) ed e).

Programmi finanziabili

  1. Linea sviluppo aziendale:

Investimenti da realizzarsi nell’ambito di generici piani di sviluppo aziendale;

  1. Linea rilancio aree produttive:

Investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo legati a piani di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive, tra cui, a titolo esemplificativo, quelli in “aree urbane compromesse” o in aree dismesse, degradate o sottoutilizzate, attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio (per questo ultimo caso è previsto il coinvolgiment propositivo delle pubbliche amministrazioni, tra cui i Comuni)

IMPORTANTISSIMO

Ad oggi non risulta ancora essere ancora stato emesso il Decreto attuativo, pertanto si è in attesa che la R.L. emetta le modalità operative per procedere alla richiesta.

Associazione ParteattIVA e il rag. Roberto E. Scaccabarozzi ringraziano per l’attenzione prestata e restano a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, riservandosi di tenerVi aggiornati su qualsiasi ulteriore informativa che gli scriventi riterranno importante portare a Vs. conoscenza.

Nel documento PDF, seguono alcuni chiarimenti al riguardo.

Lascia un commento

Vuoi diventare ParteAttiva dell’associazione italiana partite iva?

Vuoi diventare ParteAttiva dell’associazione italiana Partite Iva?